domenica 30 settembre 2007

ECOLOGIA DELLA POLITICA

NEL 1973 IVAN ILLICH rilascia un'intervista a Le Monde..Nel 2007 circa 30 anni dopo le sue affermazioni sembrano un'istantanea di ciò che stiamo vivendo


Note su Ivan Illich tratte da Wikipedia, l'enciclopedia libera:
Ivan Illich (Vienna, 4 settembre 1926 – Brema, 2 dicembre 2002) è stato uno scrittore, filosofo, teologo austriaco, per molti fu semplicemente un libero pensatore, che usciva da qualsiasi schema preconcetto ed anticipava alcuni discorsi che in seguito furono tipici dei no-global. Il suo essenziale interesse fu rivolto all'analisi critica delle forme istituzionali in cui si esprime la società contemporanea, nei più diversi settori (dalla scuola all'economia alla medicina...), ispirandosi a criteri di umanizzazione e convivialità, derivati anche dalla fede cristiana, così da poter essere riconosciuto come uno dei maggiori sociologi dei nostri tempi.

RELAXINGROOM:palestra psicosensoriale

Ecco come funziona e perchè funziona.
Vi proponiamo questo interessante articolo tratto da:
http://www.marcostefanelli.com/subliminale/mantrasuono.htm
Suono, luce, sincronizzazione del cervello
Quando il cervello viene stimolato otticamente (per es. luce stroboscopica), acusticamente o elettromagneticamente in una determinata frequenza, succede che subentri la cosiddetta reazione conseguente alla frequenza (Frequency Following Reponse o FFR): le parti del cervello che ricevono questi stimoli, tendono a sincronizzarsi sulla stessa lunghezza d'onda del segnale che ricevono: ciò significa per es. che una situazione di rilassamento di onda ALPHA può essere prodotta attraverso toni ritmici con la loro frequenza EEG corrispondente...

Anche i due emisferi del cervello (il sinistro atto al pensiero logico e razionale, quello destro invece al pensiero associativo e sede di emozioni e fantasia) possono essere indotti attraverso stimolazioni esterne ad "ondeggiare" con la stessa frequenza, cosa che può portare a nuovi pensieri e deduzioni e ad uno stato di rilassamento ed equilibrio.
Attraverso la risposta conseguente alla frequenza (FFR) e la sincronizzazione degli emisferi cerebrali (HEMYSYNCH) vengono effettuate variazioni sull'elettroencefalogramma verso le onde ALPHA equilibrando i due emisferi del cervello. Ne conseguono rilassamento fisico, tranquillizzazione psicologia ed armonia.

Molti dei fenomeni finora descritti (reazione conseguente alla frequenza, produzione di sostanze chimiche neurotrasmettitrici, crescita ed evoluzione del cervello, crescita delle connessioni nervose e perciò anche dell'intelligenza) possono essere indotti con l'aiuto di queste Brain Machines (ndr. musica subliminale con infrasuoni e battiti binaurali).
A questo scopo vengono impiegati segnali ben definiti (di natura ottica, acustica o elettromagnetica) con parametri variabili (frequenza, intensità, lunghezza d'onda e fase).

Osservando bene attorno a noi, riconosciamo che la vita è costituita sempre da due poli contrastanti.
Giorno-notte, sotto-sopra, destra-sinistra, uomo-donna, positivo-negativo, caldo-freddo, ecc.
Anche nel nostro cervello nei due emisferi, esiste questa polarità con diversa funzione.
La stessa polarità si può notare nel sistema neurovegetativo tra il simpatico (che ha come funzione lo scaricare l'energia e condurre la decomposizione nel processo di trasformazione delle sostanze) e del parasimpatico (che ha la funzione di trattenere l'energia, ricostruirla, recuperarla).
Anche nello studio dell'agopuntura, nella parte molto ramificata della rete di meridiano, notiamo che esiste una polarità tra yin e yang.
Più grande è la tensione tra i due poli, maggiore è l'azione tra il caricare e lo scaricare. Succede così che da quest'azione di tesi e di antitesi, nasca una sintesi, la quale produce a sua volta, una nuova tesi, continuando il gioco.

Si può dunque ricreare questa nuova unità anche con l'ausilio del sincronizzatore, sia che ne siamo coscienti oppure no. In questo caso la macchina della mente (ndr. musica subliminale con infrasuoni e battiti binaurali) è veramente un aiuto nell'aiutare.

La maggiore parte delle persone nella società occidentale utilizza il suo cervello nello stato di veglia in modo che le onde Beta risultano predominanti. Questa gamma d'onde se da un lato è tipica del pensiero analitico e che ha attitudine alla soluzione dei problemi (qualcosa cioè che in una società di lavoro meccanizzato ed altamente specializzato risulta quasi inevitabile) dall'altro lato è però associabile ad uno stato di continua tensione, preoccupazione e paura.
Perciò non deve assolutamente stupire se i molti vantaggi della capacità di sottrarsi alla fase Beta in favore di Alpha, riguardano problemi di varia natura, sia in ambito medico che psicologico. Tenere in allenamento queste capacità è uno degli scopi di tutte le tecniche di rilassamento tradizionali e moderne.

Gli effetti positivi del training autogeno, yoga e meditazione, su lavoro e prestazioni, sono a tutt'oggi praticamente indiscussi.
Le Brain Machines ottengono effetti simili in tempi sostanzialmente più brevi e sono facilmente utilizzabili, per es. nelle pause lavorative.

Ora il programma di John Selby si attiva automaticamente dopo un determinato tempo di attività e permette all'utente di usufruire di pause rigenerative fatte di esercizi e rilassamento attraverso stimolazioni ottiche ed acustiche mirate.
Con il bilanciamento dell'attività cerebrale vengono inoltre influenzate positivamente le reazioni di difesa di situazioni patologiche nel trattamento delle psicosi maniaco-depressive e delle tossicodipendenze.

L'effetto di maggior rilievo in proposito è la produzione di endorfine naturali da parte del corpo.

Tale bilanciamento è in grado infine di favorire l'intelligenza, l'apprendimento, la creatività (attraverso la stimolazione delle onde gamma-theta), la soluzione di problemi di management e la capacità di godere del rilassamento nel tempo libero.
La "cultura del corpo" e la "cultura della coscienza" potrebbero insieme essere la base della cultura del terzo millennio.

venerdì 28 settembre 2007

Che cos'e` la "realta`" del mondo per la fisica quantistica?

Pubblichiamo il commento del fisico teorico Fausto Intilla al Post IL PENSIERO CREA LA REALTA' del 13 settembre 2007
Ringraziandolo per il suo contributo invitiamo a visitare il sito www.oloscience.com
Sfortunatamente quella che noi percepiamo come realta` si scopre essere semplicemente una serie di incidenti di percorso.
Se crediamo alla fisica quantistica, il mondo e` nelle mani di queste onde di probabilita`.
Ogni tanto una di queste onde "collassa", e allora, e soltanto allora, succede qualcosa (le quantita` fisiche assumono dei valori osservabili).
La sequenza di quei "qualcosa" costituisce la realta` che percepiamo noi.
Fu Von Neumann a chiarire gli estremi del problema.
A far collassare la funzione d'onda e`, secondo la fisica quantistica, l'interferenza di un altro sistema.
Per esempio, se cerco di misurare una quantita` di un sistema (la sua velocita`, per esempio), faccio collassare la funzione d'onda del sistema, e pertanto leggo un valore per quella quantita` che prima era semplicemente una delle tante possibilita`.
E` il mio atto di osservare a causare la "scelta" di quel particolare valore della velocita` fra tutti quelli possibili.
Ma "quando" si verifica quel collasso?
C'e` una catena di eventi che porta dalla particella al mio cervello: la particella e` a contatto con qualche strumento, che e` a contatto con qualche altro strumento, che e` a contatto con il microscopio, che e` a contatto con il mio occhio, che e` a contatto con la mia coscienza... dove avviene di preciso il collasso?
A che punto la particella smette di essere una funzione d'onda e diventa un oggetto con una velocita` ben precisa?
Il problema puo` essere riformulato cosi`:
che cosa causa il collasso di una funzione d'onda?
Basta la semplice presenza di un'altra particella nei dintorni del sistema?
Oppure dev'essere un oggetto di grandi dimensioni? Oppure dev'essere per forza un oggetto in grado di osservare? Oppure dev'essere per forza una mente umana? Sappiamo che un uomo e` in grado di far collassare una funzione d'onda, in quanto gli scienziati possono misurare le particelle. Ma un insetto? Un insetto-scienziato sarebbe in grado di compiere le stesse osservazioni? Sarebbe in grado di far collassare una funzione d'onda? E un virus? Una pietra? Un albero? Un soffio di vento?
... Von Neumann si domandava cosa promuove un oggetto a "collassatore".
La fisica quantistica concede questo privilegio: i sistemi classici (come gli strumenti di misurazione o gli esseri umani, oggetti che hanno una posizione, una forma e un volume ben definiti) sono capaci di far collassare la funzione d'onda di sistemi quantistici (che sono invece pure onde di probabilita`) e pertanto di misurarli. Ma cosa determina se un sistema e` classico o quantistico? Anzi, come fa la natura a sapere quale dei due sistemi e` quello che misura e quale e` quello da misurare, in maniera tale che possa far collassare quello da misurare e non quello che misura? Perche', quando misuro un elettrone, collassa l'elettrone e non collasso io? Intuitivamente, i fisici rispondono che un sistema per essere classico deve essere "grande", in quanto l'indeterminatezza e` tanto maggiore quanto piu` ci si avvicina alle dimensioni della costante di Planck. Ma questo significa semplicemente che gli oggetti "grandi" hanno un'immunita` dalle leggi quantistiche che e` basata soltanto sulla loro dimensione.
Quantomeno bizzarro.
Roger Penrose ha proposto che sia la gravita` a concedere quella immunita` speciale.
Gli oggetti "grandi" deformano lo spazio-tempo e cio` in qualche modo causa il collasso spontaneo del sistema in una possibilita` ben precisa.
Ecco perche' i sistemi "grandi" hanno una posizione e una forma ben definita.
Analogamente, quando il mio campo gravitazionale entra in contatto con quello di un sistema "piccolo" (che si comporta come un sistema quantistico), lo fa diventare parte di un sistema "grande" e pertanto di un sistema classico.
E pertanto lo posso misurare.
Il fatto rimane che nulla nella fisica quantistica spiega cosa realmente accada quando un sistema quantistico "collassa":
il collasso corrisponde a un cambiamento nello stato del sistema, oppure corrisponde semplicemente a un cambiamento nella conoscenza che io ho di quel sistema?
Naturalmente, viene subito la tentazione di puntare il dito verso la coscienza.
Forse il collasso e` dovuto al fatto che un essere senziente compie la misurazione.
Forse la mente entra nel mondo attraverso il pertugio lasciato aperto dal principio di indeterminazione di Heisenberg.
Forse la fisica quantistica ci sta dicendo che la mente umana "deve" esistere affinche' il resto dell'universo possa esistere, altrimenti non ci sarebbe nessuno ad osservarlo e cio` significa che resterebbe in eterno nel limbo delle possibilita`.
La realta` e` il contenuto della nostra coscienza, come ha scritto recentemente Eugene Wigner.
Un'altra possibilita` e` quella di negare semplicemente che si verifichi questo misterioso "collasso" della funzione d'onda. Invece di ammettere che il futuro venga scelto a caso ogni volta che la funzione collassa, uno puo` decidere che tutti i possibili futuri si verificano tutti insieme.
In ogni secondo l'universo si divide in miliardi di altri universi, uno corrispondente a ogni possibile valore di ogni possibile quantita` che uno potrebbe misurare.
E` questa la teoria di Hugh Everett:
se qualcosa puo` succedere, allora succede... in qualche universo.
Una copia di me esiste in ogni universo.
Io osservo tutti i possibili risultati di una misurazione, ma lo faccio in universi diversi.
Fra coloro che credono in questa ipotesi si contano luminari come David Deutsch e Stephen Hawking.

Il DESTINO SINCRONICO

Il Destino Sincronico

TERAPIA QUANTISTICA EMOZIONALE:

La strada verso la guarigione
di: Dott. Gaetano Conforto
La strada verso la guarigione

mercoledì 26 settembre 2007

BRASILE: Sojeros all'attacco dell'Amazzonia

Coltivazioni intensive di Soya in Amazzonia

R.S. a cura della redazione ECplanet

L'ultima minaccia per la foresta amazzonica si chiama soia.
Il boom dell'agricoltura intensiva ricorda i tempi dell'El Dorado.
E prospetta scenari inquietanti sull'ambiente.
Ma anche sulla società carioca
“Fuori gli stranieri ! L'Amazzonia è dei brasiliani !”.
Letizia grida la sua rabbia nelle strade di Santarem, la seconda città dello Stato brasiliano del Parà, alla confluenza del Rio Tapajós con il Rio delle Amazzoni.
“Gli ambientalisti sono al servizio degli americani”.
È questo il tenore degli slogan alla marcia di “Fuori Greenpeace”, movimento popolare nato per protestare contro le azioni della celebre organizzazione ambientalista.
Le forze dell'ordine, in assetto anti-sommossa, faticano a contenere l'impeto dei manifestanti.
Quasi tutti sono immigrati dal sud del Brasile, come Letizia.
Si riconoscono facilmente, così diversi dagli abitanti dell'Amazzonia: hanno carnagione e capelli chiari, indossano grandi cappelli da cowboy e guidano invadenti pick-up.

Qui li chiamano sojeiros; sono, infatti, coltivatori di soia.
Negli ultimi quattro anni sono arrivati a migliaia, attratti da un nuovo sogno di ricchezza e disposti a tutto per realizzarlo. Anche a minacciare di morte e ad aggredire chi si oppone al nuovo stato delle cose, in quest'angolo d'Amazzonia.
I tumulti spontanei segnano da tempo la vita dei 300 mila abitanti di Santarem, che vive un conflitto senza precedenti sui cui sviluppi nessuno si azzarda a scommettere.
Da un lato ci sono i sojeiros e le tecniche di agricoltura intensiva che utilizzano; dall'altro gli ambientalisti, la chiesa e gli abitanti della regione.

Oggetto del contendere: la grande foresta, ferita e rasa al suolo per far posto a nuove piantagioni. Negli ultimi anni, sono stati più di un milione gli ettari sacrificati all'agricoltura. La massiccia produzione di soia ha fatto guadagnare al Brasile la seconda posizione tra i produttori mondiali. La sfida per il primato è con gli Stati Uniti, e, secondo gli esperti, il gigante sudamericano ha tutte le carte per sorpassarli entro quattro anni.
Ma a chi servono milioni di tonnellate di soia ?
Secondo uno studio pubblicato recentemente da Greenpeace, il 53 per cento della pianta che parte da Santarem approda nel porto di Amsterdam, e da qui raggiunge la Germania e la Svizzera; il 31 per cento arriva invece a Liverpool, il resto è per Spagna e Francia. Grazie al suo alto contenuto proteico, la soia è usata per alimentare i capi degli allevamenti industriali d'Europa. La domanda, soprattutto dopo la vicenda mucca pazza, cresce incessantemente.

Data articolo: settembre 2007
Autori: Emanuela Evangelista e Loris Capogrossi
Fonte: la Repubblica delle Donne

martedì 25 settembre 2007

Il cambiamento di paradigma

VI INVITIAMO A LEGGERE ATTENTAMENTE...
CAMBIARE PARADIGMA: SCIENZA,FILOSOFIA,SPIRITUALITA'

Il cambiamento di paradigma - ecplanet.ch - Mardedì 25.9.2007 - Index

domenica 23 settembre 2007

A cosa serve l'amore?

La rivoluzione e' già iniziata

Non ditemi che non si può fare...
ditemi solo se avete il coraggio di rivoluzionare il vostro futuro

36 passi verso l’economia del dono di Genevieve Vaughan

CAMBIARE PARADIGMA
36 passi verso l’economia del dono di Genevieve Vaughan

sabato 22 settembre 2007

Trovi difficoltà nei rapporti umani ?
Vorresti essere più sicuro di te ?
A volte ti assalgono sensi di colpa ?
Ti preoccupi troppo del giudizio degli altri ?
Non riesci a trovare la gioia di vivere ?
ACCEDI ALLA NOSTRA RELAXINGROOM
Inizia un nuovo viaggio nella conoscenza...attraverso la bellezza della vita che palpita nell'Universo, in un piccolo fiore, in una goccia d'acqua, in te stesso.
SCOPRIRAI che in ogni istante tutto si muove dentro e fuori di noi: intelligentemente,eternamente!
Tu fai parte dell'Universo e tu fai la differenza, SEMPRE!

Angoscia collettiva

Angoscia collettiva - ecplanet.ch - Sabato 22.9.2007 - Index:
di: Paolo Manzelli/University of Florence

Contributi per il superamento di stati di angoscia collettiva: disfunzioni psichiche e ritardi cognitivi conseguenti alla persistenza contemporanea del DUALISMO CARTESIANO tra PENSIERO E MATERIA
Note di EPISTEMOLOGIA in PSICOLOGIA

Con Amore e Fermezza...

Come insegnare le regole ai bambini
A cura: Redazione ECplanet

La presenza di regole fornisce ai bambini la percezione di stabilità e di ordine del mondo che li circonda. Questo è un elemento fondamentale per sviluppare la propria sicurezza.

Spesso i genitori affermano: “io do le regole… è mio figlio che non le rispetta. Io sono chiaro, è lui che non mi ascolta”.

Purtroppo però una regola non rispettata non è una regola !
E il messaggio che inviamo ogni volta che non le facciamo rispettare è: “Non dare troppo peso a quello che ti dico tanto poi va bene lo stesso. Al massimo dovrai sopportare le mie lamentele”.

Questo libro mostra come sia possibile ottenere il rispetto delle regole attraverso un metodo basato sull'ascolto e sul rispetto delle emozioni del bambino. Non serve la forza, né un metodo autoritario: si può guidare un bambino con decisione e affettuosamente allo stesso tempo

Bambini: alimentazione equilibrata - ecplanet.ch - Sabato 22.9.2007 - Index

Bambini: alimentazione equilibrata - ecplanet.ch - Sabato 22.9.2007 - Index

venerdì 21 settembre 2007

Tutto è ENERGIA

Intervista a Jason Andrews
Fonte:
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.582
http://www.sciechimiche-zret.blogspot.com/
"Devi capire che tutto, assolutamente tutto su questo pianeta - incluso il pianeta stesso- è energia.
Ci può essere insegnato come usare questa energia, come manipolarla- ed è quello che faccio io- rispettandola. Osserva la grana del legno di un tavolo al microscopio: vedrai un'infinità di minuscole molecole che si stringono l'una all'altra per dare al tavolo la sua densità, per renderlo abbastanza resistente da sostenere il peso delle cose, anch'esse costituite di energia imbrigliata.
Quando bruciamo il tavolo che accade?
Il fumo si alza dal fuoco: abbiamo trasformato un tipo di energia densa in un altro tipo di energia.
Questo fenomeno accade per tutte le cose.
niente muore o cessa di esistere: si limita a trasformarsi in un tipo di energia o vibrazione differente.
La stessa cosa accade agli uomini quando muoiono.
Il corpo fisico cessa di essere, torna alla terra o diviene fumo con la cremazione, mentre l'anima -ovvero l'energia- continua ad esistere per assumere un'altra forma fisica o, per esempio, per esplorare l'universo. Sebbene io non concordi in tutto con la teoria della reincarnazione nel senso che riguarda le 'vite precedenti', sono certo che le energie da noi percepite come 'anime' possano assumere qualunque forma desiderino, in qualunque parte dell'universo e oltre.
Tutte le forme di energia possiedono una memoria, anche l'acqua, e questo è stato verificato dalla scienza. Immagina un fiume che ogni anno viene imbrigliato per un certo periodo e che poi riprende il suo corso nei canali quando le chiuse vengono aperte, se uno di tali canali non viene chiuso il flusso dell'acqua tenderà ad ignorare la nuova via e cercherà di ripercorrere quella usuale. In altre parole il fiume 'ricorda' il percorso seguito per secoli e 'vuole' scorrervi dentro.
Tutti voi sareste in grado di usare questi poteri se riusciste a liberarvi delle vostre paure e dei vostri dubbi.
Gli esseri umani erano in grado di fare queste cose migliaia di anni fà: tutti usavano la telepatia, la visione a distanza ed erano in grado di vedere in anticipo gli avvenimenti futuri; ma ora queste facoltà sono perseguitate."

giovedì 20 settembre 2007

RELAXING ROOM

Abbiamo aperto un nuovo blog http://relaxingroom.blogspot.com
che integrerà le nostre attività di promozione della salute psicofisica consultabili sul sito http://www.medicinaintegrale.com per condividere con tutti coloro che lo desiderano la nostra relaxing room.
Che cosa è una relaxingroom?
E' una palestra di allenamento psicosensoriale.
Un luogo accogliente e piacevole, dove imparare a costruire un ambiente mentale in cui i nostri sogni possono diventare realtà.
Adesso coloro che lo vorranno, al posto della pausa caffè, potranno rimanere comodamente seduti ed incontrare la bellezza della natura, sintonizzarsi con il loro sè interiore e raggiungere attraverso il battito del proprio cuore, il cuore pulsante dell'universo.
Incominciamo a sincronizzare le nostre menti, facciamo esperienza di una nuova coscienza dell'esistere.
Per riuscire a cambiare il mondo esterno bisogna cambiare noi stessi, perchè è l'osservatore che crea la realtà, mentre adesso molti di noi credono il contrario e si sentono costantemente in balia degli eventi.
Dal momento che nuovo paradigma non si impone , lo si condivide, vi aspettiamo, sarete sempre i benvenuti!

martedì 18 settembre 2007

MIND READING

Leggere nel pensiero...
Provate a eseguire attentamente le istruzioni, alla fine scoprirete qualcosa di veramente straordinario...


The Amazing MIND Reader!!!! - More free videos are here

QUANTUMONEY

Seminario base
FIRENZE
20/21 OTTOBRE 2007
Relatore: dott. Gaetano Conforto

- Principi di fisica quantistica applicati ai soldi ( effetto osservatore – non-località – superposizione quantistica – coscienza e materia )
- La nuova visione della realtà e l’argomento ricchezza
- I tre livelli di coscienza e i soldi
- Le 7 tappe per manifestare i nostri desideri del cuore
- Esseri quantici
- Leggi spirituali applicate alla gestione economica
- Scopri lo scopo della tua vita
- Esercizi sull’abbondanza
- Definizione di successo ed insuccesso- regole
- I soldi sono miei amici
- Falsi miti sul guadagno
- La legge del guadagno
- Soldi e emozioni: la terapia quantistica emozionale.
- Spirito di povertà
- Mantra sui soldi ( affermazioni )
- Punti per avere successo ( affermazioni )
- Soldi e Spiritualità
- Strategie di pianificazione economica
- La Bibbia delle persone finanziariamente liberi: Napoleon Hill
- I dieci segreti per il successo e la pace di Wayne Dyer

sabato 15 settembre 2007

RICCHEZZA,ABBONDANZA,BENESSERE:INSIEME si PUO'

Cominciamo a costruire la realtà.
E’ inutile comprendere e continuare a essere disconnessi. Bisogna crescere e trasformarsi.

Un nuovo paradigma non si impone, si condivide!

APPLICARE I PRINCIPI DELLA FISICA QUANTISTICA ALL'ECONOMIA

Per passare dalla teoria alla pratica:
SCUOLA
di INTELLIGENZA FINANZIARIA ILLUMINATA
http://www.quantumoney.com/ScuolaIF.html

I° SEMINARIO
Firenze
20-21 OTTOBRE 2007
Relatore: dott. Gaetano Conforto

Perchè un medico,farmacologo clinico, si interessa di Intelligenza Finanziaria?
Il dott. Gaetano Conforto si propone di unire il nuovo paradigma della fisica quantistica con la coscienza; la scienza con la spiritualità, in un cammino esperenziale che ci accompagnerà in un nuovo campo di indagine e di crescita.
Vengono prese in considerazione le basi scientifiche della fisica quantistica applicate alla coscienza, alla vita quotidiana, alle relazioni, alla guarigione a distanza, alla preghiera, alla salute, agli eventi sincronici.
Approfondimenti e informazioni ai siti:
1) http://www.quantumedicine.com/nuovofile98.html : tutta l'attività professionale e di ricerca nel campo spirituale e scientifico.
2) http://www.quantumedicine.com/nuovofile99.html il sito dell' omonimo libro di successo con articoli sempre nuovi ed interessanti
3) http://www.quantumedicine.com/nuovofile100.html : il rapporto spirituale con i soldi e l'arte di diventare ricchi spirituamente e materialmente
4) http://www.quantumedicine.com/nuovofile101.html : tutte le video conferenze per ADSL, 38Kb, o in MP3
5) http://www.laltrafacciadeldimagrimento.com/ : il più completo Kit di dimagrimento, dall'alimentazione al fitness alle emozioni.
Le sue Pubblicazioni

CAMBIARE PARADIGMA: STRUMENTI e METODI

In questo ultimo mese abbiamo cercato di trasmettere notizie economiche e politiche, per cercare di dare informazioni sulle problematiche che ci coinvolgono come specie e come pianeta Terra. Alcuni mi hanno scritto che lo scenario non è confortante, si intravedono un futuro di carestie, catastrofi ambientali, sconvolgimenti planetari.
Non era mia intenzione evocare disgrazie accrescendo il senso di insicurezza e paralizzante timore per il futuro: da un po' di tempo a questa parte il filone catastrofico tira molto bene in campo editoriale e cinematografico.
Importante è avere ben chiaro quale sia la realtà dei fatti, le cause e i loro effetti, non per aspettare passivamente, ma per sviluppare le nostre capacità per creare gli eventi.
Non dimentichiamoci MAI che è l'OSSERVATORE CHE CREA LA REALTA'!
Quindi la realtà è un evento creativo che implica:
chiarezza, consapevolezza di ciò che siamo, strumenti, coscienza, impegno individuale, scopo, metodo, obiettivo della manifestazione.
Cerchiamo di dare alcune istruzioni per l'uso...
- Noi siamo esseri spirituali in un corpo fisico momentaneo.
-Le leggi spirituali ci permettono di vivere una vita tranquilla. una vita di gioia, una vita di pace.
-Tutta la componente oceanica spirituale funziona con le coincidenze.
-Forze dormienti vengono fuori quando siamo connessi con lo Spirito e ci aiutano.
Le leggi spirituali bisogna metterle in pratica quando respiriamo, quindi SEMPRE!
-La nostra casa, è un tempio:le nostre relazioni familiari, il nostro ambiente domestico, sono una palestra di vita.
-La spiritualità è una decisione individuale:il soggetto sceglie di non rimanere nel regno materiale, nel regno dei cinque sensi. Se io arrivo a conoscere che c’è un’altra energia e desidero stare con quell’energia, è una mia scelta perché sono io che devo fare il salto quantico!
-La libertà di coscienza: cominciamo a controllare l’ambiente in cui siamo perché acquisiamo delle consapevolezze e quindi controlliamo noi stessi.
Avere successo significa “fare un cammino con degli obbiettivi prefissati ben precisi, perché si sa quello che si vuole fare, con gioia, con tranquillità e con entusiasmo, mentre si aiutano gli altri”.
Questo è il successo.
Tutte le altre cose non sono successo.
E questa è una scelta individuale.

Energia elettrica dalle feci

Energia elettrica dalle feci

Elettricità dallo spazio

Elettricità dallo spazio

Energy revolution

Energy revolution 3 - ecplanet.ch - Sabato 15.9.2007 - Index

giovedì 13 settembre 2007

Buon risveglio


MEDITATION LOTUS - The top video clips of the week are here

Buona notte...


SUNSET MEDITATION - Watch the top videos of the week here

La realtà che non vediamo

LA VITA FIORISCE...anche se non la vediamo


GROWING FLOWERS - The funniest home videos are here

GROWING FLOWERS (PART 2) - The most amazing videos are a click away

IL PENSIERO CREA LA REALTA'

Fonte notizia: http://www.ecplanet.com/
Informazioni scientifiche reperibili sui siti
del dott. Gaetano Conforto:http://www.quantumedicine.com/

La nostra razionalità non ha più scuse: deve iniziare a valutare questa nuova scoperta in modo imparziale ed equilibrato.
Da uno studio pubblicato sulla rivista dell'American Medical Association è emerso che, con la preghiera, le persone guariscono prima e meglio.
Un gruppo di medici ha seguito 990 pazienti affetti da problemi cardiovascolari differenziando le terapie in due blocchi distinti: tutti sono stati curati con metodi tradizionali, ma 466 di quei 990 hanno potuto godere, a loro insaputa, delle "attenzioni spirituali" di 75 persone appartenenti a diverse religioni che si erano offerte di pregare per loro.
La differenza è apparsa subito sorprendente, tant'è che le possibilità che sia una risultante del caso sono 1 su 25.
Come spiegarlo?
Questa volta non abbiamo a che fare con teorie spirituali; questa volta stiamo parlando di scienza.
Bene, facciamo un piccolo sforzo e parliamo per un momento di fisica quantistica, che è appunto la branca scientifica in questione.
Secondo i suoi principi tutto ciò che compone l'universo, dal pensiero alla luce, dalla roccia al nostro corpo, è composto esclusivamente da due componenti:
energia (elemento femminile originario) allo stato puro differenziata secondo diverse informazioni (elemento maschile originario).
E' tutto qui, semplice e meraviglioso!
Il nostro corpo?
Energia, differenziata in base alle informazioni scritte nel Dna.
Il pensiero?
Energia, differenziata in base alle informazioni assorbite dai circuiti del nostro cervello ad ogni nostro respiro o, meglio ancora, in base a quelle che noi stessi possiamo creare dal nulla.

Proprio da questo, che è molto più di un concetto, ebbe origine l'antichissima convinzione che IL PENSIERO CREA LA REALTA'.
Riconoscere con fiducia - o almeno con imparzialità - questo semplice enunciato potrebbe costituire la svolta nella nostra vita.
Perché continuare a pensare il mondo come ci hanno insegnato che sia (una visuale letteralmente abbattuta dalle scoperte della fisica quantistica)?
Perché non provare, quasi per gioco, a pensarlo a modo nostro e stare a vedere cosa succede?

Se la preghiera di una persona che non conosco può influire sul mio stato di salute sotto forma di nuove informazioni che entrano in me, figuriamoci quanto possiamo disporre noi stessi della nostra realtà e del nostro futuro!

mercoledì 12 settembre 2007


I WANT TO SHARE WITH YOU - The funniest videos clips are here

Gestire il calore

di: Enrico Loi
Due ricercatori della Northwestern University hanno dimostrato che un campo magnetico può controllare il passaggio di calore in un cavo a forma di anello.
Il calore viene trasportato da onde quantistiche di elettroni, e le onde che viaggiano nel cavo si sovrappongono per aumentare o limitare il flusso a seconda della forza dei campi magnetici in cui l'anello è immerso.
Curiosamente, anche se il calore nel piccolo dispositivo viene trasportato da elettroni, non è stata osservata nessuna corrente elettrica.
Da tempo i fisici sanno che un campo magnetico può influenzare il passaggio di elettricità in un cavo che si divide e si riunisce formando un anello come le rotonde che dividono il traffico nel mezzo di una strada.
Questo fenomeno, noto come effetto Aharonov-Bohm, nasce perché ciascun elettrone viene descritto da un'onda quantistica che si divide, in modo che metà di essa scorre da un lato dell'anello e metà dall'altro.
Quando le due onde si ricombinano, possono sovrapporsi in maniera costruttiva, per massimizzare la corrente, oppure distruttiva, per minimizzarla.
Ma gli elettroni si comportano anche come particelle, e dunque possono trasportare energia e calore quando passano dal lato più caldo a quello più freddo di un cavo.
Zhigang Jiang e Venkat Chandrasekhar hanno calcolato che un campo magnetico può influenzare il passaggio di calore attraverso un cavo ad anello nello stesso modo in cui influenza il passaggio di elettricità.
Gli scienziati hanno analizzato un dispositivo chiamato interferometro di Andreev, essenzialmente un cavo lungo pochi micron con un anello superconduttore che lo divide, scoprendo che esso limita il flusso di calore e che questo flusso varia a seconda della forza del campo magnetico.
Data articolo: agosto 2007
Fonte: Physical Review Letters
Istituzione scientifica citata nell'articolo:

Neutrini per la geofisica

di: Massimo Bertolucci
Secondo Walter Winter dell'Institute for Advanced Study di Princeton, i neutrini potrebbero fornire informazioni non disponibili con altre tecniche.
Anche se le misurazioni delle onde sismiche prodotte dai terremoti possono essere usate per ricostruire un profilo dell'interno della Terra, esse forniscono solo informazioni indirette.
Esistono tre tipi (o “sapori”) di neutrino: elettronico, muonico e tau.
Sono tutti elettricamente neutri e interagiscono con le altre particelle solo debolmente, il che significa che possono attraversare migliaia di chilometri di materia senza essere assorbiti.
Durante questo passaggio, però, i neutrini possono cambiare sapore, ossia “oscillare”: per esempio, i neutrini elettronici oscillano trasformandosi in neutrini muonici e così via. Poiché la quantità di oscillazione dipende dalla densità degli elettroni della materia attraversata, in teoria dovrebbe essere possibile determinare la densità terrestre effettuando precise misurazioni delle oscillazioni dei neutrini.
In uno studio il dottor Winter propone di inviare un fascio di neutrini da un acceleratore per decine di migliaia di chilometri attraverso la Terra, fino a un rivelatore dall'altro lato del globo.
In linea di principio, il fascio viaggerebbe da una ipotetica “fabbrica di neutrini” nell'emisfero settentrionale fino a un rivelatore di ferro da 50.000 tonnellate nell'emisfero meridionale.
Per esempio, un fascio potrebbe essere inviato dal CERN in Svizzera, attraverso il nucleo interno della Terra, fino a un rivelatore in Nuova Zelanda.
Data articolo: settembre 2007
Istituzione scientifica citata nell'articolo:

Misurare la densità del nucleo terrestre

Sul rapido riscaldamento del nostro pianeta si sono fatte alcune ipotesi: quella più divulgata e comunemente condivisa, ne attribuisce la causa all'elevata presenza di co2, derivata dalla combustione degli idrocarburi.
Ma da una decina di anni un'altra ipotesi sta venendo prepotentemente alla ribalta:il nucleo della Terra sta decelerando quindi il geomagnetismo sta rapidamente cambiando, segnali di inversione di polarità sono già segnalati e monitorati con attenzione.
Per alcuni scienziati questo fenomeno è collegato all'intensità dell'attività della nostra stella: il Sole.
Quindi non solo la Terra, ma tutto il sistema solare è febbricitante.
Speriamo solo che questa febbricola non inneschi la stella mancata Giove,dando così attuazione alle antiche profezie che descrivono gli ultimi giorni della Terra quando in cielo brilleranno due Soli.

Diagnosi prenatale: un prelievo di sangue al posto dell’amniocentesi


Basterà un semplice prelievo di sangue della madre al posto dell'amniocentesi per fare la diagnosi di malattie del feto causate dall'alterazione di cromosomi.
Sarà possibile rintracciare tutte le anomalie cromosomiche che può evidenziare l'amniocentesi, ossia quelle relative ai cromosomi sessuali X e Y e ai cromosomi 13, 18 e 21.
Una volta fatto il prelievo, la diagnosi è disponibile in poco meno di due settimane.
I risultati della nuova tecnica messa a punto per la prima volta al mondo in Italia sulla scia della scoperta che le cellule del feto migrano nell'organismo della madre per aiutarlo, fatta negli Stati Uniti da Diana Bianchi, della Tuft University di Boston, sono stati presentati al congresso di Medicina perinatale che si è svolto recentemente a Firenze, da Gian Carlo Di Renzo, coordinatore del gruppo di ricerca all'università di Perugia, e presidente scientifico del congresso di Firenze.
La tecnica per il momento è infatti disponibile soltanto in Umbria, ma entro qualche mese, potrà essere adottata da molti altri laboratori in Italia e fuori.

martedì 11 settembre 2007

Non c'è fretta. Tutto il peggio è già avvenuto

di: Maurizio Blondet
Per l'arretratezza del Sud (in cui agisce una brutale inciviltà, che peggiora incurabilmente), so che molti lettori avrebbero sollecitato un mio parere sulla crisi delle borse.
Non c'è fretta.
Non più, ormai.
Tutto il peggio è avvenuto.
Da giorni e giorni le Banche Centrali «iniettano liquidità» e comprano azioni con mano occulta (i vari plunge protection teams) onde tenere a galla i corsi e rimandare il crack.
L'intervento pubblico in economia, eretico e vietato se consistesse in porre dazi e costruire ferrovie, diventa lodevole se si tratta di salvare dalla bancarotta gli speculatori e i truffatori finanziari.
Così i giornali possono scrivere, dopo ogni «iniezione», che «le borse sono di nuovo in rialzo» o «hanno recuperato le perdite». Se mancasse l'iniezione quotidiana, ovviamente, sarebbe il crollo. Le Banche Centrali stanno schizzando benzina nel carburatore, ma l'accensione sperata non avviene, il motore non gira più spontaneamente.
Le iniezioni curano alla meno peggio la momentanea crisi di liquidità, ma non il cancro sottostante a questa febbre, la crisi d'insolvenza.
La differenza dovrebbe essere chiara: un individuo o un'azienda possono trovarsi a corto di liquidi però avere un patrimonio solido.
Ma qui, abbiamo a che fare con entità - banche d'affari, fondi, provate equities - che sono indebitati sei o sette volte il loro patrimonio - un patrimonio che ora ha perso ampie fette del suo preteso «valore» di quotazione.
I fondi privati per ricchi detti «private equities» hanno comprato a credito, a man bassa, aziende sane.
Ora devono venderle a pezzi e bocconi per pagare gli interessi e «fare liquidità»: ma le devono vendere in un momento in cui nessuno vuole comprare, a valori tragicamente calanti.
Così la finanza rovina le aziende sane e solide, e scuote i «valori» su cui s'è indebitata, espandendo il suo veleno nell'economia reale.
Non c'è fretta.
Questa crisi è tra noi e ci resterà per dieci, quindici anni: una intera generazione passerà dalla giovinezza alla maturità pagando in disoccupazione, restrizione, perdita di possibilità vitali, il suo debito alla finanza spoliatrice.
Come nel '29.
Le banche così audaci nel prestare ai debitori «subprime» ossia insolventi - come hanno fatto comprando i «subprime loans» - ora saranno ancora più occhiute e prudenti nel prestare alle imprese sane e ai mutuatari onesti.
Da leoni a conigli, per la rovina dell'economia reale.
La Federal Reserve ha abbassato un poco i tassi.
Sorgono da qui speranze che la Banca Europea faccia non si dice lo stesso, ma blocchi i programmati rialzi.
I giornali servi scrivono che, dunque, forse, i mutui a tasso variabile potranno costare meno… funesto ottimismo nella tragedia.
Le banche, al contrario, presteranno a costi più alti, per compensarsi delle loro speculazioni delinquenziali, a dispetto di qualunque alleviamento del tasso primario.
E anche se per un miracolo il costo del denaro calasse, siamo qui nella situazione in cui «il cavallo non beve»: chi volete che s'indebiti per investire in una incombente recessione globale, con crollo dei consumi e disoccupazione di massa ?
In ogni caso, chi ha debiti soffrirà.
E soffrirà di più il più indebitato: il dissennato Stato italiota, che ha il terzo debito del pianeta per dimensioni, e su cui dovrà pagare interessi più alti perché qualcuno compri i suoi BOT.
Ciò significa che soffriremo noi, i cittadini e contribuenti.
Lo Stato spoliatore non trarrà infatti le sue maggiori spese da risparmi sul «costo della politica» (le autoblù e i consigli d'amministrazione miliardari), ma dalle tasche dei contribuenti che già pagano.
«Bisogna pagare le tasse ! È un dovere !» strillano i media servi. La legge è legge. La legalità è dalla parte dei saccheggiatori: loro la elaborano, la promulgano e la impongono.
Già aumentano le tasse sui BOT. Il risparmio sarà ulteriormente scremato.
La torchia tributaria sarà ancora più crudele (Mastella, intanto, ha passato le vacanze ospite dello yacht di Della Valle).
Si prepara una persecuzione esemplare degli «evasori», onde colpire i contribuenti già onesti o che non possono sottrarsi: si veda il caso di Valentino Rossi, nuovo nemico del popolo.
Sperare nella cosiddetta opposizione è ovviamente impossibile.
Bossi proclama uno sciopero fiscale demente («Diamo le tasse alle Regioni non allo Stato»: frase priva di ogni significato e senso del reale).
Berlusconi, in giacca bianca, camicia nera e ciondolo da impresario di avanspettacolo, inventa il partito-Brambilla: ciò che mancava di più, un altro partito.
Gli si attribuisce lo scopo di attrarre i votanti delusi da Forza Italia: forse ignaro che non siamo delusi da Forza Italia, ma da Berlusconi.
Lorsignori fanno l'avanspettacolo, ballano sulla scena, si divertono, vanno alle nozze di Briatore. I soldi loro ce li hanno, ed al sicuro.
Gli emolumenti da furto di denaro pubblico sono certi e grassi.
Noi impoveriamo di più, loro ballano e fanno lo spettacolo.
Data articolo: settembre 2007

venerdì 7 settembre 2007

8 settembre:fai sentire la tua voce





L'8 settembre sarà il giorno del Vaffanculo day, o V-Day.
Una via di mezzo tra il D-Day dello sbarco in Normandia e V come Vendetta.
Si terrà sabato otto settembre nelle piazze d’Italia, per ricordare che dal 1943 non è cambiato niente. Ieri il re in fuga e la Nazione allo sbando, oggi politici blindati nei palazzi immersi in problemi “culturali”.


Il V-Day sarà un giorno di informazione e di partecipazione popolare.
Beppe Grillo



Vai nella piazza della tua città e firma anche tu per portare in Parlamento la legge popolare per ottenere:

NO AI PARLAMENTARI CONDANNATI
No ai 25 parlamentari condannati in Parlamento -
Nessun cittadino italiano può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale

DUE LEGISLATURE
No ai parlamentari di professione da venti e trent'anni in Parlamento - Nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature.
La regola è valida retroattivamente

ELEZIONE DIRETTA
No ai parlamentari scelti dai segretari di partito
- I candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta

Lavavetri, ambulanti e mendicanti: linea dura e ipocrisia

Nel poema satirico-didattico "Il giorno" (1763-1801) il Parini si finge maestro di un giovane aristocratico, cui deve insegnare a condurre lo stile di vita consono ad un giovane di tale rango.
Il Giorno è una satira raffinatisima e feroce, descrive i vizi e gli abusi di un mondo campato sull'apparenza e sulla prepotenza.
Il Parini ci racconta con finta partecipazione il giorno in cui il piede villano del servo, dopo aver ricevuto un morso, colpisce con un calcio la divina cagnetta.
Il servo viene allontanato e lasciato con la famiglia sul lastrico, mentre per le menti aulicamente vuote dei signorotti la vergine cucciola de le Grazie alunna ha avuto giustizia.
Adesso nelle nostre città del 2000, come nella Milano del '700 l'ignobile marmaglia di lumpen si fa sempre più invadente e evidente, tanto da turbare la nostra sensibilità di cittadini perbene, pronti ad intenerirci per un cucciolo abbandonato o a spendere 80 euro al mese per il micio di casa.

Ormai siamo tutti giovin signori, o ci fanno credere di essere tali (potere della società dei consumi!), solo perchè abbiamo una carozza e una casa comprata a rate....

Pertanto ci sentiamo in diritto di chiedere sanzioni esemplari a chi turba il nostro comune senso... del degrado.

Non ci si domanda più nemmeno perchè sia in continua crescita la popolazione italiana che vive al di sotto della soglia della povertà, in gran parte costituita da persone che un tempo avevano una casa, un lavoro, una famiglia, ma per l'assenza di politiche sociali ( programmi di diritto di cittadinanza, assistenza socio-sanitaria e occupazionale),perso il lavoro o persa la famiglia hanno perso tutto.

Il problema non sono gli extracomunitari, come non lo furono i lavoratori italiani nelle più ricche regioni del nord Europa negli anni 60-70: i flussi migratori fanno solo emergere la questione sociale ancora irrisolta nel nostro paese.

Se vogliamo risolverla come questione di ordine pubblico, magari evocando il timore di derive autoritarie, ebbene si sappia: le misure che si stanno per legiferare sono inefficaci e autoritarie.

Quando sopportiamo da anni il degrado dei cumuli di immondizia, delle faide fra cosche, degli intrallazzi tra potere politico e potere mafioso...bonificare il territorio partendo dai lavavetri o dai questuanti è davvero sintomo di un peggior degrado: mentale, civile, politico!

Le proposte del Viminale - riferisce il Corriere della Sera - sono contenute in una bozza sul «degrado urbano» divisa in quattro punti.

Dopo i lavavetri, stanno per finire nel mirino del Governo anche "writers", mendicanti e ambulanti.

Le linee guida già discusse con l'Anci, l'Associazione dei sindaci, prevedono di sostituire le sanzioni pecuniarie con quelle amministrative, più facili da applicare.

Il ragionamento è chiaro: è inutile multare chi non ha i soldi per vivere ed è costretto a svolgere mestieri di strada.

Dunque si è pensato di introdurre il «lavoro sostitutivo».

In pratica, chi viene sorpreso a vendere merci contraffatte o a lavare i vetri o ancora a imbrattare i muri, sarà condannato a compiere un'attività socialmente utile.

Proprio come avviene negli Stati Uniti, dove il popolo degli homless cresce qualche milione di unità ogni anno.

Sarà introdotto il reato di «questua molesta» che verrà equiparato a quello di «molestie o disturbo alle persone», già inserito nel Codice penale con una pena che prevede l'arresto fino a sei mesi.

Per tentare di arginare il dilagare dei venditori ambulanti, il provvedimento del governo prevedrà la distruzione immediata delle merci contraffatte.

L'obiettivo "ufficiale"è introdurre un deterrente in un mercato gestito dalla criminalità organizzata, che usa e sfrutta gli extracomunitari, salvo poi chiederne il voto per occupare gli scranni del Parlamento promettendo commesse milionarie ed appalti pubblici ai soliti noti...

Allora discutiamo di stato sociale, di diritti di cittadinanza, investiamo nella cooperazione, invece che nei Centri di accoglienza.

Per favore smettiamola di oltraggiare la nostra intelligenza, la pazienza ha un limite, ce l'ha già dimostrato la rivolta nelle balieux parigine.

giovedì 6 settembre 2007

Il mondo oltre i nostri occhi


Uno studio della facoltà di Psicologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele pubblicato sul numero di agosto di Nature Neuroscience svela le condizioni che permettono al nostro cervello di avere un’immagine stabile
Il mondo oltre i nostri occhi

Raggi gamma nella Via Lattea

Fonte:www.ecplanet.com
di: Massimo Bertolucci
agosto 2007
La collaborazione HESS (High Energy Stereoscopic System) di astrofisici internazionali ha presentato i risultati di una prima analisi della parte centrale della nostra galassia nel range dei raggi gamma di altissima energia (VHE).
Fra i nuovi oggetti scoperti ci sono due “acceleratori oscuri”, oggetti misteriosi che emettono particelle energetiche ma che apparentemente non hanno nessuna controparte ottica o a raggi X.
L'analisi ha rivelato un totale di otto nuove sorgenti di raggi gamma VHE nel disco della nostra galassia, raddoppiandone essenzialmente il numero già noto a queste lunghezze d'onda. I risultati consentono di ampliare la conoscenza degli astronomi su un aspetto finora poco noto della Via Lattea.
I raggi gamma vengono prodotti in giganteschi acceleratori cosmici di particelle, come le esplosioni delle supernove, e forniscono una rappresentazione unica dei processi di alta energia all'opera nella Via Lattea.
L'astronomia dei raggi gamma VHE è un campo ancora molto giovane, e la collaborazione HESS sta conducendo la prima analisi sensibile in questo range di energie.
I risultati sono stati ottenuti usando un sistema di quattro telescopi di 13 metri di diametro, inaugurati in Namibia nel settembre del 2004.

Istituzione scientifica citata nell'articolo:
H.E.S.S. project

Mente e Spazio-Tempo

Articolo di Cristiano Bolzoni
in www.x-cosmos.it
Una delle implicazioni più affascinanti dell’accresciuta energia dei corpi biologici e della Terra riguarda la rappresentazione dello Spazio e del Tempo. La teoria della relatività ristretta di Einstein afferma che la velocità dell’osservatore modifica la percezione di Tempo e Spazio; essi sono relativi: più si va veloci più il tempo rallenta e lo spazio si contrae. Inoltre, la teoria della relatività generale ( conseguenza del principio di equivalenza gravità = accelerazione) afferma che una massa modifica la geometria dello spazio circostante, per cui essa curva la luce. Il concetto da evidenziare è che l’accelerazione di un corpo curva l’Universo intorno ad esso. Ho sostenuto nell’articolo “ L’effetto fotoelettrico della Terra” che l’elevata frequenza dell’energia (luce) che attualmente investe la Terra, sta aumentando la frequenza dei corpi biologici, la loro energia e velocità ( di azioni, pensieri ed emozioni). Proviamo solo ad immaginare che la teoria di Einstein sia applicabile non solo ai corpi fisici ma anche alla nostra coscienza : l’accelerazione produrrebbe una contrazione del tempo e dello spazio “percepiti” dalla mente. L’uomo è abituato a considerare spazio e tempo come lineari e costanti, con la sensazione che tutto debba avere un inizio ed una fine, un punto iniziale ed uno finale, e che ci debbano essere due sole possibilità: avanti o indietro. Ma se la frequenza della mente accelera, questa percezione può mutare: tempo e spazio si contraggono e si curvano, perciò non sarebbero costanti. Al limite della velocità della luce il tempo viene percepito come un “adesso” ( ora, momento presente) e lo spazio come un “qui”. Possiamo visualizzare la differenza tra spazio - tempo lineare e curvo con la geometria piana : una retta per la percezione usuale del tempo e dello spazio, una spirale che si muove verso l’interno per la visione del “qui e ora”. Nel primo caso c’è un solo percorso obbligato da seguire, avanti o indietro ( passato e futuro). Nel secondo caso il modello si ripete continuamente, facendo ritornare dove si è già stati, ma trattandosi di una spirale, non esattamente nello stesso posto: ci sarebbero quindi più opportunità, per ogni luogo e istante da vivere! Una rappresentazione più efficace del qui e ora la fornirebbe una geometria tridimensionale in cui una spirale a chiocciola inserita in una sfera assume diverse facce ogni volta che cambia posizione. Nella tradizione la spirale è associata al movimento primario di creazione nel Cosmo, secondo regole auree che troviamo presenti in natura, dalla forma delle galassie alla struttura del DNA per esempio. Spazio e distanza, passato e futuro sono illusioni, congenite al livello attuale di frequenza mentale; quando quest’ultima si eleva, ed è ciò che l’effetto fotoelettrico della Terra sta causando, essi si rivelano per essere ciò che sono: fluidi e incostanti. Il momento presente potrebbe durare un battito di ciglio o estendersi in un’eternità, dipende da come la mente lo codifica e lo crea. Ma allora si apre per l’uomo la possibilità di creare la sua realtà? Mi vengono in mente due cose: la prima è che Internet ha già insegnato in un modo fisico come può essere superata l’illusione dello spazio; la seconda è una frase di Einstein:
“ la realtà è una pura illusione della mente, pure persistente”.

sabato 1 settembre 2007

Flusso di energia molecolare

di: Enrico Loi
Alcuni ricercatori sono riusciti a seguire nello spazio e nel tempo il flusso di energia di eccitazione in un complesso molecolare usando una nuova tecnica chiamata spettroscopia elettronica bidimensionale.
Pur essendo potenzialmente utile per numerose applicazioni, questo metodo è già stato usato per effettuare sorprendenti osservazioni del processo della fotosintesi.
La tecnica è stata sviluppata da un team di scienziati del Lawrence Berkeley National Laboratory e dell'Università della California di Berkeley.
“Ritengo che si dimostrerà un metodo rivoluzionario per studiare il flusso di energia in sistemi complessi dove numerose molecole interagiscono fortemente fra di loro”, ha dichiarato Graham Fleming, leader nel campo degli studi spettroscopici dei processi fotosintetici. “
Usando la spettroscopia elettronica in due dimensioni – spiega – possiamo tracciare una mappa del flusso di energia di eccitazione con una risoluzione spaziale dell’ordine del nanometro e una risoluzione temporale dell’ordine del femtosecondo”.
Fleming e colleghi hanno misurato direttamente per la prima volta l'accoppiamento elettronico nella proteina fotosintetica FMO (Fenna-Matthews-Olson), un complesso molecolare in alcuni batteri che assorbe fotoni e dirige l’energia di eccitazione verso un centro di reazione dove può essere convertita in energia chimica.
La tecnica potrebbe risultare utile anche per migliorare l’efficienza delle celle solari molecolari.

Data articolo: agosto 2007
Istituzioni scientifiche citate nell'articolo:
http://www.berkeley.edu/

I Biocombustibili ci affameranno


Fonte: FAO

Roma, 16 maggio 2007 -

Prevista produzione cerealicola record per il 2007, ma persistono difficoltà
L'industria di biocombustibili spinge i prezzi al rialzo

La produzione cerealicola mondiale raggiungerà nel 2007 il livello record di 2,095 miliardi di tonnellate, un aumento del 4,8 per cento rispetto al 2006, secondo l’ultimo bollettino FAO Crop Prospects and Food Situation (Prospettive dei raccolti e situazione alimentare) pubblicato ieri.

Tuttavia, con le scorte al loro livello più basso degli ultimi due decenni, la disponibilità complessiva sarà ancora appena sufficiente a soddisfare l’aumentata domanda fatta lievitare dalla rapida crescita dell’industria dei biocombustibili.

Nel 2006/07 i prezzi internazionali della maggior parte dei cereali hanno registrato un sensibile aumento e con tutta probabilità rimarranno alti nel 2007/08, secondo il bollettino FAO.

Di conseguenza, si prevede che nella stagione in corso il costo totale delle importazioni di cereali dei paesi a basso reddito e con deficit alimentare (LIFDC) aumenterà di circa il 25 per cento.

La produzione di etanolo fa aumentare la domanda di mais

Le prime previsioni per la produzione di cereali minori sono state riviste al rialzo e adesso si attestano intorno a 1,051 miliardi di tonnellate, un ammontare record secondo il rapporto - 7,1 per cento in più rispetto all’anno scorso. Il grosso dell’aumento si registrerà nella produzione di mais, che rappresenta il 70 per cento del totale.

Nel 2007/08 si prevede che la rapida crescita della domanda di etanolo basata sul mais, farà aumentare il totale dell’impiego industriale di cereali minori del 9 per cento.

Le aspettative per il raccolto mondiale di grano sono calate leggermente dall’ultimo bollettino FAO pubblicato lo scorso aprile, ma la produzione, di poco meno di 621 milioni di tonnellate, si prevede sarà tuttavia del 4 per cento superiore allo scorso anno.

Le prime previsioni, ancora molto provvisorie, per la produzione mondiale di riso 2007 indicano una produzione leggermente superiore, circa 422 milioni di tonnellate, che se confermata uguaglierebbe il record del 2005.

Paesi a basso reddito e con deficit alimentare

Per il gruppo di paesi a basso reddito e con deficit alimentare, il rapporto prevede una produzione cerealicola vicina ai buoni livelli raggiunti lo scorso anno.

Tuttavia, escludendo la Cina e l’India - i produttori maggiori - la produzione complessiva dei restanti paesi si prevede calerà leggermente.

In Nord Africa, per il 2007 si prevede un brusco calo della produzione cerealicola, in conseguenza delle condizioni di siccità del Marocco che potrebbero far dimezzare la produzione di grano di quest’anno.

In Africa australe, per il secondo anno consecutivo il raccolto di grano è stato abbastanza ridotto.

In Zimbabwe, colpito dalla siccità, ci si aspetta una grossa impennata nel prezzo del mais, alimento base nel paese. Al contrario in Malawi a seguito di un raccolto record è disponibile un abbondante surplus per l’esportazione.

Zone critiche

Nonostante la maggiore disponibilità alimentare in molti dei paesi solitamente a rischio di insicurezza alimentare, frutto del raccolto cerealicolo record del 2006, persistono difficoltà in 33 paesi.

In Bolivia saranno necessari aiuti d’emergenza per i piccoli agricoltori che hanno subito gravi perdite nelle coltivazioni e nel bestiame a causa della siccità e delle inondazioni verificatesi nel corso della stagione agricola principale del 2007.

In Corea del Nord nonostante la costante ripresa della produzione agricola registrata negli ultimi anni, ed il recente impegno sottoscritto dalla Corea del Sud per 400.000 tonnellate in aiuti alimentari, la situazione alimentare per milioni di persone continua a destare preoccupazione.

La recente ripresa delle ostilità nel sud della Somalia ha causato centinaia di migliaia di profughi e sfollati. Di conseguenza è assai probabile che vi sarà una notevole diminuzione delle aree coltivate, in particolare nei pressi della capitale Mogadiscio.

Per lo Zimbabwe il rapporto anticipa scarsezza alimentare per milioni di persone vulnerabili schiacciati dalla crescente crisi economica e dall’inflazione alle stelle, al momento ritenuta la più alta al mondo.